Contenuto principale

Attività dello studio di psicologia

Campo di attività

Mi occupo di varie forme di disagio psicologico negli adulti, negli adolescenti, nei bambini, nella coppia.

Come si sviluppa il lavoro clinico?

Nelle prime visite, lo psicoterapeuta, raccoglie gli elementi necessari alla comprensione del caso, anche attraverso una valutazione psicodiagnostica: questa prevede anche la somministrazione di questionari che hanno l’obiettivo di delineare le principali caratteristiche della problematica presentata. In particolare tali strumenti forniscono indicazioni sul funzionamento della persona in alcune aree, ad esempio quella sociale, quella affettiva, quella emotiva etc. Alla valutazione psicodiagnostica segue una restituzione di ciò che è emerso nei colloqui, ed una eventuale proposta di trattamento con psicoterapia cognitivo comportamentale. A partire dalla definizione del problema viene impostato un percorso clinico, di breve o media durata.

Cos'è la psicoterapia cognitivo comportamentale?

La psicoterapia cognitivo comportamentale è stata sviluppata negli anni '60 da A.T. Beck. Sinteticamente alcuni suoi aspetti principali sono i seguenti:

  • È orientata verso degli scopi: questi qualche volta sono già chiari e si identificano nel tipo di cambiamento e crescita personale che una persona intende perseguire; altre volte è attraverso i primi colloqui che è possibile definire e concordare un piano di lavoro finalizzato a perseguire determinati obiettivi. La psicoterapia tuttavia non può essere considerata con una progettualità rigida, ma come un lavoro su di sè in progressione.

  • Dialettica, attiva e collaborativa: psicologo e paziente lavorano insieme per riconoscere e modificare le modalità di pensiero a partire dalle quali si originano i problemi emotivi e di comportamento.

  • Centrata sul presente: il lavoro psicologico, soprattutto quando mirato alla soluzione di sintomi specifici, si basa sull'elaborazione di quello che succede nella vita attuale della persona. Tuttavia il disagio può anche essere il risultato specifico di come una persona si è costruita in rapporto al proprio passato, pertanto quest'ultima dimensione temporale è fondamentale, perchè ogni persona in parte è frutto della propria storia.

  • A breve termine: in genere gli interventi variano, in funzione del tipo di problema. In ogni caso i cambiamenti vengono monitorati a scadenze prestabilite in partenza, ed è quindi possibile la valutazione dell'efficacia dell'intervento.

 

Aree di competenza

Psicologia clinica

  • Ansia
  • Fobia sociale
  • Fobia specifica
  • Attacchi di panico
  • Disturbo ossessivo compulsivo
  • Depressione e disturbi dell'umore
  • Disturbo bipolare
  • Dipendenze
  • Disturbi alimentari di natura psicogena
  • Disturbi di personalità
  • Impulsività
  • Difficoltà emotive
  • Bassa autostima e difficoltà di relazione
  • Rapporti di coppia
  • Rapporti genitori-figli e supporto alla genitorialità

Psicologia del lavoro e dell'organizzazione

Salute e sicurezza dei lavoratori, Valutazione stress lavoro-correlato

Psicologia scolastica

Disturbi specifici dell'apprendimento

 

 

 CONSULENZA PSICOLOGICA IN AMBULATORIO
 CONSULENZA PSICOLOGICA ONLINE
 VALUTAZIONE PSICOLOGICA
 PSICOTERAPIA