Contenuto principale

Il bullismo: articolo pubblicato sulla rivista Profilo salute



Jhonny, un ragazzo tranquillo di tredici anni,  era  diventato una  specie di “gioco umano” per alcuni dei suoi compagni. Lo tormentavano, gli rubavano i soldi, lo costringevano ad ingoiare erbacce, lo picchiavano nel bagno  […].  Quando  i  torturatori di  Jhonny  vennero interrogati  [...] affermarono che  perseguitavano la  loro  vittima  perché  la  cosa,  dissero testualmente,  “era  divertente”
(Olweus, 1996, p.9).
Il termine bullismo, coniato dallo  psicologo  scandinavo  Dan Olweus negli anni ’70, indica la situazione  in  cui  una  o  più  per-sone, col supporto di un gruppo, utilizzano  la  propria  forza  allo scopo di intimorire e danneggiare  altre  persone  più  deboli.  Tale fenomeno  si  caratterizza per  la compresenza di più attori: il bullo, i gregari, la vittima, gli osservatori passivi,  i  contesti  sociali all’interno dei quali si concretizzano  gli  episodi di  prevaricazione.

Continua a leggere

Attachments:
Download this file (profilosalute.pdf)Articolo[Il bullismo]565 kB